una non-blogger a Riva

Lo so, questo è un blog, quindi in teoria sono una blogger pure io… ma, vivaddio, bloggo poco, bloggo quelle paio di volte all’anno — qui in teoria ci avrei dovuto pubblicare i nuovi lavori prima di avere il tempo di metterli, in bella, nel portfolio online (in quello fisico è più facile, li ficchi li) o avrei dovuto scrivere robe professionàl, ma è che non c’ho mai il tempo — quindi qui di fatto scrivo cose che sarebbe meglio non scrivere (tipo Caro Diario) che poi san tutti i cazzi tuoi e sei come già sputtanata in partenza… o robe come questa.

Son tre anni che volevo andare alla Blogfest e sto giro mi ci ha trascinato la Vale, prendendomi per stanchezza tra il 14° e il 17° “no Vale dai non c’ho voglia e c’ho l’umore sotto al tallone…”

Poi però dice anche che io ho un lavoro – che non c’entra granché coi blog di per se – ma che centrandoci con la comunicazione un zic centra comunque e poi sai, la curiosità di vedere alcune “icone” nelle palle degli occhi, avere la conferma di alcune pochezze intuite e… si sa mai che poi si conosce qualcuno interessante… insomma voilà: Riva here I come (well, there I went, actually).

Vi faccio un altra premessa (visto che mi conoscete in pochi): io sono una cacacazzi critica (Virgo, così evitiam battute), e pure vecchia e acidella. Quindi io critico, parecchio, anche se mai con la finalità di ferire o di fare del male… critico un po’ perché quando vedo cose accazzo mi girano le balle (c’ho sta roba del potenziale mancato che mi fa fastidio) e critico perché penso che dire alla gente quanto sono fichi e bravi e belli (soprattutto quando non lo sono) sia il minimo dei minimi. (ve l’ho detto che ho un brutto carattere?)

Così vado a una Blogfest che mi dicono sottotono e io, non avendo riferimenti diretti, lo spero, ché il tono era abbastanza low, di fatto… L’organizzazione poteva essere decisamente meglio, la puntualità pure. Le uniche due cose interessanti di sabato le hanno fatte contemporaneamente, così mi sono persa il crisicamp (anzi, se qualcuno ha voglia di condividere…) a favore del 12camp dove ho scoperto grazie a @Spora che forse è il caso di andare dal podologo (come continua a sostenere il non-definito)…

Fortunatamente non ho perso il writecamp domenica, dove, modello fulmine/damasco ho intuito pensieri (mi sono persa il pezzo iniziale) interessanti nel progetto di @mafe e @gallitio (edit: gallizio), mi sono spisciata con la performance di @azael e mi sono innamorata del progetto Barabba (colgo occasione per offrire qualsiasi contributo possa essere utile a @ilmany e al progetto in generale, che poi se non leggono qui come cazzo faranno a saperlo, ma vabbè)

Io il minuto di silenzio l’ho osservato. Ma non avendo fatto amicizia con il post di natale (troppe cose da fare e sempre, e solo, 24 ore nel giorno), l’ho usato per un (raro) momento di riflessione (baciato da un raggio di sole) su come la vita sia fatta di fili che si incrociano, di trame che si tessono e si sfilano, di occasioni colte e di occasioni mancate, di riconoscersi in uno sguardo intelligente e di amarsi un po’ quando capita…

nota: Gente che voglio dirgli “ciao, son contenta che ti ho visto che esisti davvero” e gente che voglio dirgli “ciao che son contenta di averti nuovamente incrociato” e anche gente che gli avrei detto ciao li avessi beccati in giro, ma soprattutto gente che “ciao, sono contenta che esisti”: @holdme, @galatea (ti aspetto a Milano), @molengai, @mafe, @clockwise, @azael, @teiluj, @alessiobau, @sten, @chiara, @andreabeggi, @ilmany, @mariomix, @robertofelter, @ubikindred, @eta, @giovy, @khenzo & @lapaolina (vi aspetto), @stefigno & @deviot (a voi pure), @marcomassarotto, @donnabetta, @kika13, @spora, @salvomizzi, @chettimar, @niki (sorry, è andato tutto in vacca x la sala parto, ma ci organizziamo…)… lo so, me ne sto scordando qualcuno, ma è l’età…

nota2: mi si fa notare che ho scritto il nome di @gallizio accazzo (grazie@azael per aver ulteriormente confuso i due neuroni, grazie)… cmq rettifico ;P

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.